Targetti: «Abbiamo provato a vincere la partita. Complimenti ai ragazzi, stagione da incorniciare. Ora Sinalunghese e play-off»

Agliana, 8 aprile 2018 – Intervista a mister Claudio Targetti: «Gara ben interpretata, giocata anche su buoni ritmi nonostante il primo caldo, su un terreno di gioco che creava qualche difficoltà in fase di uscita e costruzione dell’azione. L’Aglianese aveva due risultati su tre a disposizione, abbiamo provato a vincere la partita. Se guardiamo gli episodi, nel primo tempo avremmo potuto sfruttare meglio le due punizioni dal limite in nostro favore. Sulla seconda ci stava anche l’espulsione di Zuccarelli, l’arbitro evidentemente non se l’è sentita. Ci abbiamo messo tutte le nostre forze per portare il campionato fino all’ultima giornata, diamo merito all’Aglianese. Ha vinto la squadra forse più attrezzata, sicuramente quella che ha investito di più per raggiungere la serie D. Noi oggi siamo matematicamente secondi, il massimo piazzamento nella storia di questa società, faccio i complimenti ai miei ragazzi, in ogni caso sarà una stagione da incorniciare, ci siamo lasciati dietro realtà come Fortis Juventus, Grassina, Sestese. Manca ancora una partita, in casa contro la Sinalunghese, vorremmo chiudere con una vittoria per raggiungere quota 60 punti e finire imbattuti il girone di ritorno. Nella prima parte della stagione ci era mancato qualcosa negli scontri diretti, nella seconda parte del torneo siamo stati cresciuti molto come consapevolezza. Rimane un po’ di rammarico per i tre pareggi con Antella, Lastrigiana e Zenith Audax. Play-off? Avremo il vantaggio di giocare la semifinale in casa, contro la vincente della sfida tra 5ª e 6ª, con due risultati su tre a disposizione. Avremo qualche giorno per recuperare le energie e prepararci al meglio. Juniores? Faccio i complimenti a Alessio per la vittoria contro il Grassina, la società in questi anni ha lavorato bene a livello giovanile, il Porta Romana ha in casa ragazzi su cui fare affidamento in prospettiva…»

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page