Morandi: «Ci abbiamo creduto fino all’ultimo secondo. Il rigore? Sapevo come avrebbe calciato Vezzi»

Sesto Fiorentino, 11 febbraio 2018 – Intervista al numero 1 del Porta Romana, Yuri “Spiderman” Morandi: «Pareggio ottenuto all’ultimo secondo, risultato che ci permette di uscire imbattuti da un campo difficile e di continuare la nostra striscia positiva. Ci abbiamo creduto fino alla fine, nel calcio questo è fondamentale. Alla fine è stata una domenica positiva, visto anche il pareggio della Fortis Juventus. Ha vinto solo l’Aglianese che si è riavvicinata. Dobbiamo andare avanti così, con impegno e umiltà, per arrivare allo scontro diretto contro la Fortis il più vicini possibile. Già in estate c’era la consapevolezza di poter fare bene, sono bastati pochi allenamenti per renderci conto che sarebbe potuta essere una stagione speciale. Siamo un gruppo che si è amalgamato subito, nello spogliatoio si respira un bellissimo clima, siamo un gruppo molto unito. Il rigore parato? Una bella soddisfazione personale, per un portiere equivale a un gol segnato per un attaccante. Per di più in una partita sentita come questa, è stato entusiasmante e mi ha caricato ancora di più. La parata? Dopo un po’ che giochi contro certi giocatori impari a conoscerli, poi avevo studiato un po’ le immagini di altri rigori calciati da Vezzi. Sapevo che aveva sempre aperto il tiro. Ho deciso di aspettare, poi mi sono buttato da quella parte ed è andata bene. Domenica la Bucinese? Loro sono una squadra molto fisica, in salute, hanno vinto 5-1 contro il Grassina. Contro la Sestese le motivazioni vengono da sé, una grande squadra si riconosce anche e soprattutto quando deve vincere per forza. La mia stagione? Sono molto soddisfatto, tutto il reparto difensivo sta facendo bene. Mi sono trovato subito molto bene a Porta Romana, ho trovato un ambiente sano, una società presente e organizzata…»

Share on Facebook5Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page