Juniores d’élite, cambia la guida tecnica: Alessandro Pifferi nuovo allenatore

Firenze, 5 novembre 2019 – Cambia la guida tecnica della squadra Under 19 Juniores d’élite del C.S. Porta Romana Oltrarno. La società comunica di aver sollevato dall’incarico il sig. Simone Maccari, al quale va un ringraziamento per l’impegno e la professionalità dimostrata in questi mesi di lavoro. Il nuovo allenatore è il sig. Alessandro Pifferi, al quale va un caloroso bentornato nella famiglia arancionera. Pifferi, 41 anni, ha conseguito il patentino Uefa B dopo una lunga carriera a livello dilettantistico (cresciuto nelle giovanili della Fiorentina, ha disputato una quindicina di campionati di Eccellenza, segnando decine e decine di reti con le maglie di Montale, San Piero a Sieve, Pistoiese e Calenzano, prima di chiudere la carriera a Jolo in Prima Categoria).

«Sono molto contento – commenta mister Pifferi – ringrazio la società per la fiducia dimostratami. Sono contento di iniziare questo percorso, nel quale ritrovo Niccolò Chiarelli con cui ho giocato insieme 3 campionati a San Piero a Sieve. Ho preso il patentino Uefa B nel 2018, sarà la mia prima esperienza da primo allenatore anche se nelle mie ultime esperienze da giocatore ho sempre dato una mano all’allenatore. Ho smesso a 40 anni… Il primo impatto con la realtà del Porta Romana? Eccellente, l’ambiente è il top, così come lo staff. Arrivando alle Due Strade non sembra di essere nei dilettanti, ho trovato attrezzature di prim’ordine e una grandissima organizzazione. Ho diretto il primo allenamento, la prima impressione che ho avuto è quella di un gruppo di ragazzi motivati, sul pezzo. Ho buone sensazioni. La mia idea di calcio? I moduli sono importanti, ma la differenza la fanno sempre gli uomini. Per una società come il Porta Romana la Juniores lavora in funzione della prima squadra, l’obiettivo principale deve essere quello di portare più ragazzi possibile tra i grandi. Per questo, con tutte le differenze del caso, mi piacerebbe provare ad applicare concetti simili a quelli sviluppati da mister Lacchi: il pressing alto, le ripartenze dal basso, etc. Obiettivi di classifica? Lavoriamo per migliorare, uno scalino per volta vedremo dove riusciremo ad arrivare…»

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page