Taiti: “Salvezza senza play-out, noi ci crediamo”

Firenze, 18 febbraio 2019 – Lorenzo Taiti, presidente del Porta Romana, commenta così dopo la gara di Signa (1-1): «Il risultato di parità rispecchia l’andamento della gara, peccato perché con un po’ più di convinzione nel secondo tempo avremmo anche potuto fare nostra la gara. Non siamo stati nemmeno fortunati: le partite spesso sono decise dagli episodi, e nel finale ci poteva stare un calcio di rigore per noi. Nella seconda frazione però i ritmi di gioco sono stati più blandi rispetto al primo tempo. Di positivo c’è la reazione della squadra dopo il gol subito a freddo, a Foiano invece dopo aver subito gol siamo naufragati. E’ un segnale importante, abbiamo dato continuità alle vittorie contro Figline e Bucinese. Siamo vivi e vogliamo giocarcela fino in fondo. Settimana importante con Colligiana e Castiglionese? Da qua alla fine saranno tutte finali, dobbiamo pensare partita per partita. Oggi c’è solo la Colligiana, dobbiamo fare punti. Salvezza senza play-out? Ci crediamo tutti, squadra, mister e società. Senza il minimo dubbio. Come valori tecnici non siamo inferiori a Signa o Lastrigiana. E nemmeno ad altre società di metà classifica. Abbiamo dei difetti, facciamo fatica a concretizzare, però siamo una squadra con un’identità di gioco. Da Figline cosa è scattato? Forse anche solo un pizzico di fortuna in più. Certo è che a Foiano la squadra dava un senso di rassegnazione, oggi i ragazzi lottano con il coltello tra i denti. Come presidente dico che, al di là di come andrà, oggi è bello vedere il capitano Santini che a 5′ dalla fine fa uno scatto di trenta metri per rincorrere un pallone che sta per uscire sotto la tribuna. Per non parlare di Chiarelli, che entra a 25′ dalla fine e si danna l’anima per mettere palloni nel mezzo, che va a discutere con l’arbitro. Con questa voglia, questa determinazione, i “vecchi” trascinano i ragazzi. Ambiente più sereno? Sicuramente quando i risultati non arrivano c’è più nervosismo. Gli ultimi risultati della formazione di Calderini, il positivo trend della Juniores di Lacchi e degli Allievi di Mori, hanno portato una ventata di positività. Il gruppo dirigente si ritrova settimanalmente, siamo tutti concentrati sul raggiungimento degli obiettivi. Calosi? A Signa ha fatto un gran gol. E’ un ragazzo che nonostante la giovanissima età sta dando un contributo importante. A livello giovanile si era già ben distinto, poi non è facile per un 2001 essere protagonista in Eccellenza. Chi ce l’ha consigliato, un amico addetto ai lavori che conosce da vicino la cantera del Prato, ci ha visto bene…»

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page