Juniores: Lastrigiana-Porta Romana 2-2. Lacchi: «Peccato, sarebbe stata la ciliegina sulla torta. Futuro? Parlerò con la società»

Lastra a Signa, 27 aprile 2019 – Finisce 2-2 lo “spareggio” tra Lastrigiana e Porta Romana, ultima giornata del campionato Juniores d’élite. Il pareggio permette ai biancorossi, avanti un punto in classifica, di conservare il quinto posto e di accedere alla coppa regionale. Sfuma così il sogno degli arancioneri, che chiudono sesti dopo un’eccellente girone di ritorno (28 punti). Le parole di mister Stefano Lacchi: «Peccato non essere riusciti a raggiungere il quinto posto, l’accesso alla coppa regionale sarebbe stata la ciliegina sulla torta. L’inizio di gara è stato complicato, la Lastrigiana ha preso nettamente il sopravvento portandosi sul doppio vantaggio. Siamo scesi in campo più contratti del solito, forse i ragazzi hanno sentito troppo la partita. Dopo il 2-0 ci siamo sbloccati, abbiamo segnato il 2-1 con Pisciotta, abbiamo creato i presupposti per il 2-2. A fine primo tempo c’era anche un mezzo rigore su Saponetto, atterrato in area dopo aver anticipato il diretto avversario che gli ha preso la gamba. Sarebbe stato un secondo tempo tutto diverso. Abbiamo pareggiato troppo tardi, a 5′ dalla fine del secondo tempo con Focardi, avessimo fatto gol pari prima magari ci sarebbe potuto essere un finale diverso. Peccato. C’è rammarico anche per la settimana che è stata, alcune situazioni forse potevano essere gestite meglio da parte di tutti. Un bilancio di fine stagione? Sono pianamente soddisfatto per la crescita del gruppo e per i risultati che abbiamo ottenuto. Non dimentichiamoci che a un certo punto del campionato ci siamo ritrovati in quartultima posizione. Soprattutto diversi 2001 sono stati aggregati in pianta stabile alla prima squadra, sotto età, penso ai vari Aragoni, Paita, Saponetto… Personalmente sono contento perché sono tornato a casa, dopo cinque anni di lontananza e alcune esperienze non positive. Purtroppo la voglia di allenare mi ha portato in passato ad accettare alcune situazioni un po’ al limite. Futuro? Nelle prossime settimane ci incontreremo con la società e parleremo di programmi. La mia prima scelta sarà sempre il Porta Romana, mi piacerebbe restare qua, ci sono strutture importanti per fare calcio. E poi (ride) abito proprio qua davanti…»

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page