Lacchi: «Sono stati due mesi complicati, vittoria importante, complimenti ai ragazzi. La stagione può ancora essere interessante, arriviamo a 40 punti, poi…»

Firenze, 23 febbraio 2020 – Le parole di mister Stefano Lacchi in mixed zone: «Gara complicata da un punto di vista psicologico, complimenti ai ragazzi perché hanno fatto tutto quello che c’eravamo detti in settimana. Avevamo l’obbligo di vincere, dopo 8 partite senza i tre punti, non era facile ma ci siamo riusciti. Sono stati due mesi complicati, nei quali abbiamo comunque ottenuto dei risultati importanti giocando un buon calcio, e penso alle gare contro Colligiana, Sinalunghese e Badesse. La gara contro le Badesse ha rappresentato un po’ lo spartiacque della nostra stagione, siamo passati dall’euforia del martedì per un pareggio ottenuto in 8, a leccarci le ferite il giovedì dopo l’uscita del bollettino con le squalifiche. Non sono abituato a creare alibi nei miei giocatori, è però un dato di fatto che ci siamo ritrovati a giocare senza la nostra linea difensiva titolare. La differenza si è vista, non solo come solidità difensiva, abbiamo smarrito le nostre sicurezze, abbassando la linea di 10-20 metri. Oltre alle squalifiche c’è stata la concomitanza dell’infortunio di Giachi. Siamo contenti per la nostra stagione, l’unico rammarico sono i tanti infortuni e le tante squalifiche. Anche perché strada facendo ci siamo resi conto che potevamo ambire anche a qualcosa in più di quelli che erano gli obiettivi iniziali. Ad ogni modo, la stagione può essere ancora interessante. Arriviamo il prima possibile ai 40 punti, obiettivo di inizio anno, e poi ci giocheremo l’accesso ai play-off. Il calendario non è semplice, perché la classifica è molto corta e nelle ultime giornate abbiamo gare complicate, contro squadre in lotta per evitare i play-out. Ho fiducia perché ho visto una squadra con personalità, tutti i ragazzi sono coinvolti. Con unità di intenti si può raggiungere qualsiasi risultato. Domenica ci aspetta una gara difficile ad Anghiari, la vittoria di oggi ci permette di affrontarla con più serenità di animo…»

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page