Lacchi: «Contento per il risultato, ma dobbiamo migliorare ancora tanto sui nostri concetti di gioco»

Firenze, 20 ottobre 2019 – Le parole di mister Stefano Lacchi al termine della gara vinta contro il Valdarno FC (2-0): «Sono contento per il risultato, ma dobbiamo migliorare ancora tanto sui nostri concetti di gioco, il possesso palla, lo smarcamento, l’aggressione alta. Di positivo c’è che abbiamo dimostrato anche di saper soffrire, ho visto i ragazzi sacrificarsi l’un per l’altro. Le premesse per fare bene ci sono, ma assolutamente non dobbiamo accontentarci di quello che stiamo facendo. Guai ad adagiarsi sugli allori. E’ la seconda partita che non subiamo gol, la prima volta in casa. Sono segnali positivi. I numeri ci dicono che fino ad oggi abbiamo fatto meglio fuori casa? In casa forse si parte un po’ più contratti, giocando tra le mura amiche cerchi di fare la partita, a volte servirebbe un po’ più tranquillità nel palleggio. E’ una delle situazioni che dobbiamo migliore. A volte abbiamo per non fare un passaggio di 3 metri preferiamo lanciare la palla lunga. Vorrei vedere più tranquillità, più sicurezza nella gestione della palla. Secondi in classifica? Non scherziamo, non è il momento di guardare la classifica, abbiamo giocato solo poche partite. Prima la salvezza e poi vedremo. Intanto godiamoci il momento, quando si vince il lavoro durante la settimana viene meglio. Domenica prossima? Ci aspetta un’altra battaglia, in casa contro la Zenith Audax. I pratesi arriveranno con il morale alle stelle dopo la vittoria contro le Badesse. In settimana valuteremo le condizioni di alcuni giocatori, in ogni caso abbiamo una rosa ampia. Sarà importante approcciare la gara nel modo giusto, fare le cose giuste in settimana. Adesso c’è un ulteriore step da fare: i ragazzi devono prendere coscienza delle proprie forze. Le vittorie aiutano, creano autostima e consapevolezza. Se la squadra riesce a fare un ulteriore gradino ci possiamo divertire!»

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page