Juniores vince 3-1 a Grassina. Lacchi: «Coppa difficile, ma sarebbe un peccato fermarsi ora…»

Firenze, 26 febbraio 2019 – Juniores d’élite, il Porta Romana vince 3-1 sul campo del Grassina, la soddisfazione di mister Stefano Lacchi: «I ragazzi si sono approcciati bene alla gara, adattandosi al tipo di calcio che il campo allentato e le condizioni meteo ci imponevano. Abbiamo dato subito la sensazione di essere in partita, colpendo una traversa con Centrone. Siamo andati in svantaggio, ma abbiamo continuato a giocare, trovando il pareggio con un bel colpo di testa in anticipo di Pisciotta, su crossa da sinistra di Centrone. Nel secondo tempo abbiamo fatto nostra la gara con le reti di Focardi, che ha approfittato di un’incertezza del portiere rossoverde, e Centrone, con una bella azione personale sulla destra. Sono molto soddisfatto perché i ragazzi, partita dopo partita, dimostrano sempre di più le loro qualità. Peccato per alcuni punti persi per strada, a volte abbiamo raccolto meno di quanto abbiamo prodotto. Mancano sette giornate, abbiamo accumulato un vantaggio rassicurante sulla terzultima, possiamo iniziare a guardare la classifica verso l’alto. La coppa regionale? Abbiamo sei punti da recuperare, non è semplice, dovremmo vincerle tutte o quasi. Dovremo giocare partita per partita, cercando di ottenere il massimo. Nell’ultimo mese ci siamo espressi su ottimi livelli, soprattutto siamo diventati più squadra. Prima subivamo troppo in fase di non possesso e concretizzavamo poco. Oggi siamo più attenti, ordinati e compatti. E finalizziamo le occasioni che creiamo. Cosa è cambiato? A volte basta una scintilla, i risultati danno autostima, restituiscono certezze, portano tranquillità nell’effettuare anche le giocate più difficili. Vincere aiuta a vincere. Sarebbe un peccato fermarsi ora, dobbiamo continuare a lavorare così, ricordandoci che non abbiamo fatto ancora niente. Le prossime due partite saranno molto importanti, quella di sabato contro il San Marco Avenza è la classica partita trappola, dove hai solo da perdere, mentre la settimana successiva faremo visita alla Cuoiopelli…»

Share on Facebook5Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page