Play-off Eccellenza allargati: la nuova formula

Come funzionano i play-off di Eccellenza allargati alla settimana posizione? La prima classificata è promossa al campionato di Serie D, la seconda classificata invece viene definita mediante la disputa di play-off che si giocano se fra la seconda e la terza classificata non c’è un distacco pari o superiore ai 10 punti. Partecipano ai play-off fino a un massimo di sei squadre (quindi dalla 2ª alla 7ª classificata): le società classificate dalla 4ª alla 7ª posizione partecipano solo se comprese all’interno di un perimetro che non deve essere pari o superiore a 10 punti dalla terza classificata. Nel turno preliminare, si giocano le gare di sola andata fra la 4ª e la 7ª e fra la 5ª e la 6ª (in casa della meglio classificata) e prevede, in caso di parità dopo 90 minuti, la disputa dei tempi supplementari e in caso di ulteriore parità non si disputano i calci di rigore ma supera il turno la squadra meglio classificata. Alle semifinali, sempre gare di sola andata, la 2ª classificata ospita in casa la vincente della gara disputata fra la 5ª e la 6ª; così come la 3ª ospita in casa la vincente della gara disputata fra la 4ª e la 7ª. Anche in questo turno, in caso di parità dopo 90 minuti, è prevista la disputa dei tempi supplementari e in caso di ulteriore parità non si disputano i calci di rigore ma si qualifica la squadra meglio classificata. Per quanto riguarda la finale, questa si giocherà fra le due vincenti delle semifinali in campo neutro; in caso di parità di punteggio dopo 90 minuti, vengono disputati i tempi supplementari, in caso di ulteriore parità è dichiarata vincente la squadra meglio classificata, a meno che le due squadre abbiano terminato il campionato con lo stesso punteggio in classifica (in questo caso, infatti, dopo il pareggio al 120’, vengono tirati i calci di rigore).
(da www.almanaccocalciotoscano.it)

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page