Eccellenza, 26ª giornata: Porta Romana-Lastrigiana 0-0. Minuto di silenzio e atmosfera di grande commozione allo stadio per la scomparsa di Astori

Firenze, 4 marzo 2018 – Pareggio senza reti allo stadio “Bozzi” tra Porta Romana e Lastrigiana, in una giornata segnata dal dolore e dalla sgomento per l’improvvisa scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori. Il fischio d’inizio è stato preceduto da un minuto di silenzio, davvero “assordante”, in un’atmosfera carica di emotività e commozione, tra gli sguardi increduli e commossi dei tifosi e degli sportivi presenti alle Due Strade, dei tecnici e dei giocatori delle due squadre.

Fiorentino di adozione, nativo del Bergamasco, Davide Astori non era solo il pilastro della difesa della Fiorentina, ma era anche una “persona per bene”, dai modi garbati e rispettosi, che manifestava sempre e comunque verso la propria società, i propri tifosi, i propri compagni e i suoi avversari. Un grande uomo e professionista, rispettato dentro e fuori il mondo del calcio. Addio Davide, che il nostro ricordo di te, possa rimanere un esempio indelebile per tutti noi, giovani e meno giovani, tifosi della Fiorentina e non solo, compagni di squadra e avversari.

In sintesi, la cronaca dell’incrontro. Partenza difficile per il Porta Romana, con gli ospiti che praticano un pressing molto aggressivo a tutto campo. Al 13′ i biancorossi si rendono pericolosi con un colpo di testa di Caroti, su punizione di Varriale. Replica arancionera al 21′ con Kamberi che di testa, su calcio d’angolo di Riccobono, sfiora il montante alla destra del portiere Eletti. Al 24′, da una rimessa errata di Morandi, scaturisce una clamorosa occasione per il centravanti Bianchi che si presenta solo davanti al portiere arancionero e calcia a colpo sicuro. “Spiderman” Morandi rimedia all’errore iniziale e para in tuffo. Sul rovesciamento di fronte è protagonista il capitano Santini, che si distende sulla corsia di destra per poi servire uno splendido assist al centro per Pecchioli, la cui conclusione secca lambisce il palo posto alla sinistra di Eletti. Sul finire del primo tempo, da segnalare un calcio di punizione di Riccobono, con la palla che, deviata da un difensore ospite, sbatte contro la base superiore della traversa.

Nel secondo tempo si deve attendere il 25′ prima di registrare un’occasione degna di nota: Riccobono, ancora su calcio di punizione, impegna severamente il portiere Eletti. Risponde al 30′ la Lastrigiana, con un rasoterra a fil di palo di Vanni dal limite dell’area di rigore. Poco dopo un’occasione imperdibile capita a Vecchi che, servito da un tocco smarcante di Pecchioli, con la porta completamente sguarnita con lo scarpino non riesce a centrare il bersaglio grosso. Finisce così 0-0, un risultato che avvantaggia l’Aglianese, vittoriosa 3-0 sul campo del Valdarno. La Fortis Juventus, prossima avversaria dei ragazzi di mister Targetti, perde invece in casa contro la Zenith Audax (1-2).

PORTA ROMANA: Morandi, Vannini, Bagnoli, Bini, Sabatini, Trapassi, Kamberi, Santini, Tremolanti, Riccobono, Pecchioli. A disp.: Rizzo, Loda, Vecchi, Mazzini, Rovai, Safina, Alessandrini. All.: Targetti Claudio
LASTRIGIANA: Eletti, Corradi, Sanni, Allori, Olivieri, Varriale, Del Pela N., Caroti, Bianchi, Vanni, Gazzarrini. A disp.: Messina, D Angelo, Chiesi, Brillanti, Terzani, Mazzoni, Di Tommaso. All.: Sarti Luigi
ARBITRO: Picardi Mario di Viareggio, coad. da Argiolas Marco di Pisa e Marconi Fabio di Arezzo

Share on Facebook2Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page