Eccellenza, 11ª giornata: Lastrigiana-Porta Romana 1-3. Primi in classifica!!!!

Lastra a Signa, 12 novembre 2017 – Una giornata da incorniciare. Il Porta Romana va in svantaggio dopo appena 4’, soffre, poi nel secondo tempo ribalta la situazione e sbanca “La Guardiana” (3-1), piegando una Lastrigiana mai doma (i biancorossi finiscono addirittura in 8). La Fortis Juventus cade al “Chiavacci”, battuta 3-1 dalla Zenith Audax, e la Sinalunghese non va oltre lo 0-0 contro l’Antella: il Porta Romana è da solo in testa alla classifica, una posizione mai occupata prima in cinque campionati di Eccellenza Toscana. E domenica al “New Bibe” si affronteranno Porta Romana e Fortis Juventus, prima contro seconda. Da brividi.

La cronaca della sfida tra Lastrigiana e Porta Romana, partita decisamente “maschia” disputata su un terreno appesantito dalle piogge del pomeriggio davanti a un numeroso e caloroso pubblico: cominciano molto bene i locali che già al 4’ passano in vantaggio per merito di Gazzarini. L’estrosa ala sinistra, ben servita da Vanni, supera di slancio Intreccialagli e infila Morandi in uscita con un preciso diagonale. Il Porta Romana prova a rispondere all’8’: Tremolanti dalla corsia di destra mette al centro dell’area un traversone insidioso, deviato in corner da un difensore biancorosso. Insiste la Lastrigiana, alla ricerca del raddoppio: al 20’ Chiesi si presenta solo davanti a Morandi ma spreca malamente, al 25’ è ancora lo scatenato Gazzarini a sfuggire al controllo dei difensori arancioneri, ma davanti al portiere ospite non inquadra la porta. Al 26’ Eletti respinge a pugni uniti una punizione di Riccobono. Ma è ancora Lastigiana: al 31’ Vanni su azione di contropiede coast to coast mette in crisi la difesa fiorentina ma, a tu per tu con Morandi, manda a lato. Nel finale del primo tempo i biancorossi restano in 10 per l’espulsione di Forti.

Nel secondo tempo il Porta Romana, dopo il confronto con mister Targetti nello spogliatoio, riparte con ben altro piglio. Gli arancioneri raggiungono il pareggio al 9’: traversone di Riccobono, Kamberi svetta di testa più in alto di tutti indirizzando la traiettoria verso l’altro palo, dove trova il tocco vincente di Vecchi con lo scarpino. Passano altri 5’ e il Porta Romana passa in vantaggio: punizione bomba calciata dal limite dell’area da Riccobono con la palla che si insacca alle spalle di Eletti. Subito dopo Pecchioli, ben servito da Riccobono, sfiora il colpo del k.o. con un colpo di testa ravvicinato che finisce fuori di poco. Al 28’ occasione anche per Vecchi che, solo al centro dell’area piccola, non trova il pallone servitogli da uno scatenato Riccobono. Intanto la Lastrigiana resta in 9 per l’espulsione di Sanni. E’ ancora il Porta Romana pericoloso al 35’: Pecchioli, dopo essere liberato abilmente di un avversario, conclude rasoterra dal limite dell’area, con la palla che accarezza il palo alla destra di Eletti. Allo scadere, con la Lastrigiana in 8 per il rosso a Caroti, occasione per Riccobono che si ritrova face to face con il portiere Eletti, che indovina però le intuizioni del numero 11 arancionero. Al 48’ arriva finalmente il sigillo alla meritata vittoria del Porta Romana: calcio d’angolo forte e teso di Fossati, Kamberi di piatto destro insacca alla destra dell’incolpevole Eletti. Triplice fischio finale, salutate la capolista!

LASTRIGIANA 1
PORTA ROMANA 3

LASTRIGIANA: Eletti, Corradi, Sanni, Varriale, Forti, Terzani, Chiesi, Caroti, Bianchi, Vanni, Gazzarrini. A disp.: Camilloni, Mazzoli, Lari, Allori, Brillanti, Fantoni, Del Pela. All.: Sarti Luigi
PORTA ROMANA: Morandi, Intrecciallagli, Valcareggi, Gori, Sabatini, Trapassi, Kamberi, Tremolanti, Vecchi, Pecchioli, Riccobono. A disp.: Rizzo, Alessandrini, Rovai, Fossati, Bini, Semplici, Ristallo. All.: Targetti Claudio
ARBITRO: Russo Luigi di Valdarno, coad. da Misson Marco Prato Pacini Jacopo Prato
RETI: 4′ Gazzarrini, 54′ Vecchi, 59′ Riccobono, 94′ Kamberi
NOTE: espulsi Forti, Sanni e Caroti.

G.G. / S.P.

Share on Facebook10Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page