Fiorini (Presidente AIPAC) a TMW.com: «Crociato? 95% dei casi incidentale»

Firenze, 3 novembre 2017 – L’intervista di Stefano Fiorini, presidente dell’AIPAC (Associazione Italiana Preparatori Atletici Calcio), al portale Tuttomercatoweb.com:

La rottura del legamento crociato di Ghoulam non è che l’ultima di una lunga serie. Vari giocatori (sette per la precisione) nel corso di questa stagione hanno dovuto fare i conti con questo grave infortunio. Tante le ipotesi che vengono avanzate per individuare le cause di questi stop. Il presidente dei preparatori atletici di calcio, Stefano Fiorini, è chiaro sulla questione. «Per quel che riguarda il crociato, nel 95% dei casi è un problema incidentale – spiega a Tuttomercatoweb.com – nel senso che non è possibile trovare un nesso di causa-effetto. Anche perché il legamento viene sollecitato in movimenti che non sono prevedibili. Certo, se guardiano il caso della Roma il dato dei numerosi infortuni al crociato in tre anni è al di là del comprensibile ed è allarmante. Però è difficile collegarlo ad un fatto specifico».

In generale non può esserci un problema di preparazione?
«No, a meno che non venga fatto solo un lavoro meccanico muscolare e non ci siano esercizi specifici legati al pallone. Ma trattandosi di squadre di calcio professionistiche è un’ipotesi da scartare. Ripeto, a differenza di infortuni muscolari o tendinei, quelli dei crociati sono problemi diversi ed è complicato individuare il motivo alla base dell’infortunio».

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page