Taiti: «Delusione per risultato e atteggiamento della squadra. Sta a noi dimostrare di avere orgoglio e voglia di rimanere in Eccellenza»

Firenze, 26 marzo 2017 – L’amarezza di Lorenzo Taiti, prossimo vicepresidente esecutivo del Porta Romana, al termine della gara contro la Zenith Audax: «Oggi c’è parecchia delusione, per il risultato ma soprattutto per l’atteggiamento della squadra, che ci fa ritornare alla prestazione di Sesto Fiorentino. Non abbiamo giocato da squadra che si deve salvare, sembrava una partita di fine campionato. Dispiace, anche perché di fronte avevamo un’avversaria certo non irresistibile. A livello di gioco non siamo stati sovrastati, loro però hanno avuto più determinazione di noi. Peccato, perché contro il Grassina la squadra mi era piaciuta. Domenica contro la Castiglionese l’ultima chiamata? La classifica in questo momento ci condannerebbe ai play-out. Purtroppo non siamo più padroni del nostro destino, possiamo solo cercare di ottenere il massimo nelle tre partite che mancano e sperare in una combinazione di risultati favorevole. Oggi purtroppo c’è stata la vittoria della Lastrigiana sul Signa. Affronteremo la Lastrigiana in casa all’ultima giornata, quindi sarebbe importante arrivare a 2 punti. E sperare eventualmente nella forbice dei 10 punti sul Sansovino. Ma se affrontiamo le gare come quella di oggi… Tra l’altro siamo rimasti in 10 in maniera stupida, ne pagheremo le conseguenze domenica prossima. Sta a noi dimostrare di avere orgoglio e voglia di rimanere in Eccellenza…»

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page