«Giochiamo con la tranquillità di chi ha già raggiunto i propri obiettivi. Il Montecatini merita di stare lassù, ma nel calcio le sorprese sono sempre dietro l’angolo…»

ImageFirenze, 20 marzo 2015 – A due giorni dalla partita contro la Larcianese, quartultima giornata di campionato, registriamo l’intervento di una autorevole voce all’interno della società arancionera: «Siamo molto soddisfatti del nostro campionato, con 46 punti in classifica comunque vada avremo raggiunto il punto più alto nella storia del Porta Romana. Ovviamente arrivati a questo punto non vogliamo lasciare niente di intentato, ci sono ancora quattro giornate da disputare e tutti i verdetti sono da scrivere.

Il Montecatini ha fatto investimenti importanti, ha una rosa di assoluto valore ed è guidato da un ottimo allenatore. Per quello che hanno fatto fino ad oggi i termali meritano di stare lassù, ma devono stare attenti a non sbagliare niente, nel calcio le sorprese sono sempre dietro l’angolo.

Rispetto alle nostre concorrenti, partiamo da una situazione di vantaggio: giochiamo con la tranquillità di aver già raggiunto i nostri obiettivi di inizio stagione. E abbiamo piena consapevolezza della nostra dimensione: siamo dilettanti, orgogliosi della nostra tradizione di calcio parrocchiale, dovesse arrivare un grande risultato saremmo contenti, altrimenti nessun dramma, ci riproveremmo il prossimo anno.

Gli eventuali play-off? Per il momento siamo concentrati solo sulle ultime quattro giornate di campionato, di sicuro se occorre siamo pronti a giocare anche fino a metà giugno.

Siamo contenti di come si è sviluppato il nostro progetto tecnico, con un bel mix di esperienza e gioventù. Il cosiddetto gruppo storico ha risposto sul campo, facendo ricredere i vari critici che la scorsa estate ritenevano che un ciclo si fosse chiuso. Ma in questa stagione altri ragazzi hanno dimostrato con l’impegno quotidiano di meritare questa maglia e di poter scrivere pagine importanti nella storia del Porta Romana negli anni a venire.

Le convocazioni in rappresentativa di Torrini e Cogli sono state motivo di grande orgoglio per la società, così come le prestazioni di giovani come Compagnoni, portiere classe ’97 che domenica ha esordito in prima squadra disimpegnandosi alla grande. E in rampa di lancio ci sono altri ragazzi molto interessanti in prospettiva…

La Juniores? Anche in questo caso siamo soddisfatti per i risultati raggiunti, mancano ancora tre partite e c’è ancora la possibilità di arrivare in coppa regionale. Se ci sarà da giocare ancora, lo faremo volentieri.

L’anno prossimo? I primi nodi da sciogliere riguardano lo staff tecnico, la società è propensa a dare continuità a questo gruppo di lavoro, ma ci sono alcune situazioni personali che dovranno necessariamente essere valutate insieme ai diretti interessati. Per Susini scadrà la deroga, dovremo trovare una soluzione diversa. Ne riparleremo a fine stagione…

La scuola calcio? E’ il nostro fiore all’occhiello, in un solo anno, partendo praticamente da zero, abbiamo raggiunto risultati importanti, e non mi riferisco solo al numero di iscritti. Piccinetti sta portando avanti un lavoro straordinario, condividendo gli obiettivi con la società ma muovendosi con una certa autonomia, come è giusto che sia vista la sua grande esperienza. Nelle prossime settimane ci saranno diversi appuntamenti, con i vari tornei e gli stage gratuiti al sabato…

Infine, ricordiamo a tutti che da fine aprile a fine luglio allo stadio sarà in funzione la zona ristorazione. Stiamo studiando diverse iniziative, ci saranno settimane tematiche, a breve comunicheremo il programma…»

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page